Sformato di patate, zucchine e fagiolini

Premesso che le quantità variano a seconda delle vostre teglie, delle proporzioni, di quanto lo volete alto, quante persone siete a mangiare, eccetera, eccetera.

Ingredienti:

  • zucchine (tre/quattro)
  • patate (cinque o sei)
  • fagiolini (non li ho pesati, fate due o tre manciate)
  • un uovo
  • pan grattato
  • noce moscata
  • sale e pepe
  • lievito alimentare in polvere
  • se volete spezie (curcuma, o quello che preferite)

Preparazione:

Lessate ogni verdura in una pentola separata (anche se poi vanno tutte mischiate, ma rischiate di farne una più dura o l’altra più spappolata, perchè hanno cotture diverse, e poi, così, non fate mescolare i sapori da prima, nell’acqua) e lasciatele, poi, freddare.

In una ciotola, versate le verdure lessate e con la forchetta schiacciatele bene (potete usare anche un passaverdure a maglie larghe, se preferite).

Unite poi, l’uovo, il sale, il pepe, le spezie, la noce moscata, il lievito alimentare… insomma, tutti gli altri ingredienti, e mescolate bene. Potete mettere anche un pochino di pan grattato se il composto vi sembra troppo molle.

Versate il tutto in una pirofila, untata o con carta forno, e schiacciate con un cucchiaio per livellare il composto. Cospargete la superficie con abbondante pan grattato e infornate a 180 gradi per una quindicina/ventina di minuti.

Sfornate e mangiate caldo, ma è buonissimo anche a temperatura ambiente e buon appetito! 🙂

Mousse di cioccolato fondente e caffè.

Per un dolce sfizioso e goloso non servono poi chissà quanti ingredienti, ce lo insegna, umilmente, questa mousse che necessita solo di due cose:

  • Cioccolato fondente (della percentuale che preferite)
  • caffè

Ho ripreso questa ricetta dal sito di Giovi Light , dove l’unica accortezza da osservare è fare dei conteggi per dosare gli ingredienti.

Bisogna controllare, nella tabella della confezione, i grammi di grassi che apportano 100 gr di cioccolato fondente, moltiplicarli per 100 e dividerli per il numero 34 (che non ho capito bene da dove, derivi, ma fidatevi, perchè se mantenete queste proporzioni la mousse viene la consistenza giusta)

E’ più facile da spiegare con un esempio: il cioccolato che ho usato io aveva 29 grammi, quindi dobbiamo fare 29 per 100 = 2900 : 34 = 135. Centotrentacinque è la quantità di ml da aggiungere per ogni 100 grammi di cioccolato utilizzato)

Passo ora a lasciarvi le quantità che ho usato per le proprietà del cioccolato che avevo, con le quali ho ottenuto 4 coppette.

  • 150 grammi di cioccolato
  • 135 ml di caffè

Preparazione:

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, e appena sciolto, togliete dal fuoco e versate il caffè sul cioccolato mescolando il tutto.

Mettete il composto in una ciotola e fate riposare in frigo per 20 minuti.

Passati i venti minuti di pausa, prendete un vassoio, versateci dentro dei cubetti di ghiaccio e immergeteci la vostra ciotola con il composto. Frullatelo con le fruste finché diventerà abbastanza spumoso, ma non ancora della consistenza di mousse, perchè quella l’assumerà stando in frigo per almeno un’ora.

Dosate il composto nelle coppette e riponetele in frigo, un’ora minimo, meglio se più a lungo. Se vi avanzasse (cosa che dubito🤣 ) potete consumarla entro tre giorni conservandola sempre in frigo.

Lasciatevi deliziare dalla scioglievole bontà di questa mousse nelle vostre pause o per un goloso fine pasto!

Pasta fantasia di verdure e besciamella veg ripassata al forno

Per fare questa pasta c’è da lavorare un po’, quindi se dovete fare un piatto al volo, diciamo che non è proprio la cosa più indicata, ma se invece potete trattenervi del tempo in cucina, se vi va di coinvolgere qualcuno di famiglia per condividere un momento, un’attività insieme o volete preparare un super primo per un’occasione speciale, allora ve la straconsiglio! 🥕🧅🥦🥔🧄🍅

Pronti per mettervi all’opera? Avanti, ora andiamo a vedere cosa ci serve!

Ingredienti (dosi per condimento di 4 piatti circa )

  • una cipolla
  • due carote
  • due carciofi
  • mezzo mazzo di asparagi
  • un po’ di piselli
  • sale
  • curcuma
  • olio d’oliva
  • un goccino di vino per sfumare
  • lievito alimentare secco (una spolverata)

Ingredienti per la besciamella veg:

  • farina “0”, 70 gr. circa
  • un po’ di farina di ceci
  • due cucchiai di olio
  • sale
  • un po’ di noce moscata
  • brodo vegetale (non avendolo già a disposizione,  ne ho fatto uno veloce-veloce con una carota, una patata, sedano, prezzemolo, un pezzo di cipolla e una spruzzatina di concentrato di pomodoro)
  • se non volete usare il brodo potete provare anche con il latte vegetale non dolcificato (io avevo avviato quello all’avena, ne ho messo un goccino per iniziare a lavorare la farina)

Per la preparazione della besciamella versione vegetale, potete cliccare qui, dove è spiegato tutto il procedimento.

Preparazione per il condimento:

Lavate e tritate finemente tutte le vostre belle e colorate verdure.

In un tegame mettete un po’ di olio e fate rosolare la cipolla, quando sta per diventare dorata potete aggiungere un pochino di vino e lasciate evaporare.

Poi versate tutte le altre verdure, aggiustate di sale, e mettete un pochina di curcuma, se vi piace.

Cuocete per alcuni minuti finché non vedete che le verdure sono appassite. Non fate cuocere eccessivamente… considerate che dopo ripasserete il tutto in forno, quindi meglio se non sono spappolate.

pasta2

Cuocete il formato di pasta che preferite, ci si sposa bene pasta corta, tipo i rigatoni, ma voi usate, corta o lunga, quella che più vi ispira.

Quando la pasta è pronta, scolatela. In una pirofila (io c’ho messo un po’ di carta forno per evitare che si attaccasse, ma non credo sia indispensabile😉) versate un po’ della besciamella, poi versate la pasta e il condimento di verdure. Girate bene il tutto, affinché sia omogeneamente disposto, e poi sopra spargete di nuovo un po’ di besciamella.

besciamella.jpeg2

Mettetela in forno a 170/180° per una ventina di minuti buoni, ma anche un po’ di più… fino a che non vedete che è dorata e fa delle crosticine.

Servite calda e una volta nel piatto, sempre se volete, cospargete la pasta con un po’ di lievito alimentare secco che le aggiugerà un tocco di sapore.

Il vostro piatto è pronto, buona pasta fantasia di verdure e fantasia di colore! 😁😊

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Salsa agli aromi

Questa salsa è particolarmente indicata da fare in questo periodo primaverile, quando le piantine degli aromi, mettono foglie nuove e rigogliose. E’ una preparazione veloce e buona per un primo piatto semplice e profumato.

Ingredienti:

  • un ciuffetto di prezzemolo
  • un po’ di rosmarino
  • qualche foglia di salvia
  • sedano
  • cipolla
  • aglio
  • olio d’oliva
  • erba cipollina (io ho usato quella secca, nei barattolini delle spezie)
  • salsa di pomodoro
  • sale
  • pepe
  • (se volete un po’ di panna da cucina vegetale – io ho usato quella di riso)

Preparazione:

Lavate e tritate finemente tutti gli odori, cipolla, aglio, rosmarino, salvia, sedano e prezzemolo.

Versate dell’olio in un tegame, e inizialmente mettete cipolla e aglio, e poi appena iniziano a dorarsi aggiungete tutti gli altri odori.

Fate andare a fuoco moderato per un po’. Versate poi la salsa di pomodoro, aggiustate di sale, un pizzico di pepe e di erba cipollina per profumare, e se volete aggiungercela per dare un tocco più delicato, la panna (di soia, di riso…come preferite).

Cuocete la pasta del formato che volete, scolatela, e poi passatela in padella con la salsa prima di servirla calda. Buon appetito! 🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.

pasta agli aromi

Pasta alla crema di asparagi

La primavera ci regala un sacco di begli ortaggi, fra i quali i buonissimi e versatili asparagi! Ed ecco come poter preparare un gustoso piatto di pasta, tutto verde e veg, con una crema fresca e gustosa.

Ingredienti (per tre/quattro porzioni)

  • un mazzetto di asparagi
  • succo di mezzo limone
  • sale
  • olio d’oliva
  • pinoli
  • noce moscata
  • pepe
  • lievito alimentare in polvere

Preparazione:

Pulite, lavate e poi lessate gli asparagi in un po’ di acqua salata. Io li ho messi in pentola ad acqua ancora fredda, ma dipende dalle vostre abitudini. Fateli lessare per qualche minuto, di solito la loro cottura è abbastanza veloce.

Una volta tolti dall’acqua, tagliate le punte, e lasciatele da parte per poterle aggiungere, poi, a impiattamento ultimato.

Prendete un frullatore, o un mixer, spezzettate i gambi e frullateli insieme a un po’ di olio di oliva, tre o quattro cucchiai, un po’ di noce moscata, un pizzico di pepe e aggiungete anche i pinoli (anche qui in base ai gusti, ma un paio di cucchiai sono normalmente sufficienti).

Cuocete la pasta del formato che preferite, io ho scelto le farfalle, e una volta cotte e scolate, (ah, ricordatevi prima di lasciare da parte in una tazzina un pochina di acqua di cottura della pasta nel caso che il composto frullato venga troppo “sodo” per poterlo allungare e renderlo più cremoso) versate la crema nella pasta (o la pasta nella crema :D) e mescolate bene.

Aggiungete poi anche le punte degli asparagi, precedentemente lasciate da parte. Potete, infine, ultimare il piatto con una spolverata di lievito alimentare, che aggiunge un po’ di sapore, e il vostro bel piatto di pasta primaverile e appetitoso, è pronto per essere gustato! 🙂

Buon appetito, e se volete, fate sapere come vi è venuta e se vi è piaciuta 😉

pasta alla crema di asparagi

 

Piadina marchigiana (Veg)

Preparare la piadina marchigiana è veloce ed è una soluzione pratica per le vostre cene, merende o quel che volete.

Ingredienti per 2 piadine:

(io ho fatto solo due piadine, ma potete moltiplicare le dosi per il numero di piadine che volete realizzare e il gioco è fatto!)

  • 80 grammi di farina
  • 1 cucchiaino scarso di lievito in polvere per preparazioni salate
  • un pizzico di sale
  • qualche granello di pepe rosa (bacche di pepe rosa in salamoia)
  • un filo d’olio di oliva
  • 50 ml di latte di avena (detta anche bevanda per chi dice che quelli vegetali non si possano chiamare latte ;P)

[La ricetta originale prevede l’utilizzo di latte vaccino, ma avendo fatto la versione veg io ho utilizzato quello di avena, e vi garantisco sono venute buonissime ugualmente! 🙂 ]

Preparazione:

In una ciotola unite e mescolate gli ingredienti in polvere (farina, lievito e sale).

Poi mettete un pochino di olio di oliva e i granelli di pepe rosa e continuate a mescolare.

Infine versate la bevanda di avena a filo e girate l’impasto fino a che avrà assorbito tutto e sarà omogeneo.

Formate due palline e lasciatele a riposo per 15 minuti.

piad

Passato questo tempo, prendete le palline, stendetele con un mattarello, sottilissime e poi mettetele a cuocere su una padella antiaderente piana, tipo quelle per cuocere le crêpes, per ogni lato finché non si formino delle bollicine e diventino dorate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Poi cospargete la vostra piadina con ciò che più vi aggrada: io nella mia ho messo stracchino di riso (strachicco), rucola e una spolverata di paprika per dare un sapore più vivace, arrotolatela e su se stessa e Buon Appetito! 🙂

0186

Linguine al limone, zafferano e basilico

Ecco una pasta veloce, gustosa e dal sapore molto estivo. Prepararla è semplice, bastano pochi ingredienti:

  • linguine
  • 1 limone (un po’ di buccia grattugiata e succo)
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 confezione di crema di riso
  • qualche foglia di basilico
  • sale
  •  (se volete un sapore più speziato noce moscata, curcuma, paprika e pepe q.b.)

 

Preparazione:

In una padella scaldate leggermente la crema di riso, con la bustina di zafferano e il succo di metà limone spremuto (se è abbastanza grande basta metà, altrimenti spremetelo tutto), dopo che prima ne avrete grattugiato leggermente la buccia, lasciandola da parte.

Aggiungete anche la buccia, e infine le foglie di basilico tritate. Ovviamente, manco a dirlo, lavate bene prima di usarlo limone e basilico… ops l’ho detto! 😀

Spengete questa salsetta cremosa che ottenete e una volta cotta la pasta, scolatela bene e versate il tutto nella padella. Fate saltare un attimo mentre girate le linguine, in modo da permettere che si insaporiscano bene… et voilà, il piatto è pronto per essere servito e consumato!

 

Buon appetito!

 

pasta.jpg

 

Pasta con asparagi, piselli e crema di ceci

963.JPG

Ingredienti:

  • ceci lessati
  • aglio
  • limone
  • olio di oliva
  • piselli
  • asparagi
  • cipolla
  • sale
  • pasta del formato che preferite

Preparazione:

In un mixer frullare i ceci lessati, con un filo d’olio, una spruzzata di limone e se volete, uno spicchio d’aglio. Otterrete, così, una crema tipo hummus. Lasciatela da parte e iniziate a tritare la cipolla finemente. Poi, versatela in una padella con un po’ di olio di oliva e fate soffriggere. Aggiungete i piselli e gli asparagi (io ho usato quelli congelati), e fate cuocere un po’ e salate leggermente.

Fate quindi cuocere la pasta in acqua salata, e una volta cotta, scolatela e ripassatela in padella insieme agli asparagi e ai piselli. Versate infine la crema di ceci, prima ottenuta, e mescolando bene fate andare il tutto sul fuoco per qualche minuto.

Impiattate e buon appetito! 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

Tartufini al cioccolato (veg)

Una ricetta dolce di facile realizzazione e gustosa, pronta a soddisfare piccoli peccati di gola, e non solo di quelli veg! L’unica cosa di cui avete bisogno è un’oretta, non tanto perchè ci voglia tutto questo tempo, ma perchè il preparato deve riposare un po’ di tempo in frigo per compattarsi.

Ingredienti (per 40/50 tartufini… dalle dimensioni un po’ a occhio, ma indicativamente sui 2,5 cm di diametro)

  • una ventina di biscotti secchi (io ho usato i digestive)
  • 100 ml di latte di soia (io ho usato quello alla vaniglia orasì)
  • 120 gr di cioccolato fondente
  • 2 cucchiai di crema spalmabile di cioccolato alla nocciola veg  (ho usato la Rigoni d’Asiago)
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 60 gr di nocciole tostate
  • cacao amaro in polvere

Preparazione:

Tritate gli ingredienti secchi (biscotti e nocciole) e mescolateli in una ciotola.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, e aggiungeteci, se volete, il cucchiaio di zucchero. Appena si è leggermente freddato (non aspettate troppo, deve essere comunque liquido) aggiungetelo agli ingredienti secchi e mescolate bene. Versate poi due cucchiai di crema alle nocciole, e infine aggiungete la bevanda di soia. Girate bene il composto (se vi sembra troppo morbido, potete risbriciolare qualche biscotto e aggiungerlo) e fatelo riposare in frigo per 20-30 minuti.

Poi riprendetelo, formate delle piccole palline con le mani e rotolatele sul cacao amaro in polvere. Posizionate i vostri tartufini in un vassoio e rimettete di nuovo in frigo.

Servite i tartufini freddi e buon appetito!

tartufini.jpg

Sangría… olé!

Premessa: non sono amante del vino, non mi piace molto il sapore, escluso qualcuno molto dolce, e difatti, non mi era dispiaciuto l’aver assaggiato in un paio di occasioni la sangría che, per l’appunto, ha un gusto fruttato e dolce. Così era da qualche estate che volevo provare a prepararne una versione casareccia… e devo dire che è molto semplice.

Su internet c’è l’imbarazzo della scelta sugli ingredienti da usare e le preparazioni delle innumerevoli ricette; io ne ho lette alcune per prendere spunto, poi, quado ho capito che ognuno la fa e la personalizza come vuole, ho prodotto anche io la mia versione così:

Sangría fresca (anzi frascafresca 🙂 )

  • Una bottiglia di vino rosso (anche se non è tipicamente spagnolo, ho usato un chianti [per la scelta del vino di fronte al vasto banco del supermercato da parte di un’astemia, si rimanda alla separata rubrica: esseri disorientati, momenti di-vini😁 ]
  • 3 pesche noci
  • 1 mela (non proprio tutta)
  • 1 limone (metà l’ho spremuto in succo, l’altra metà l’ho fatta a fettine sottili)
  • 4/5 cucchiai di zucchero

In un recipiente versate la frutta a pezzetti, il vino, lo zucchero e il succo di lumone, mescolate bene e tenete il tutto in infusione in frigo. Più ci sta e più il vino acquista il sapore fruttato  (e di conseguenza i pezzi di frutta acquistano il sapore vinato).

Quando la consumate, potete aggiungere cubetti di ghiaccio nel recipiente o direttamente nel bicchiere… e gustare un pezzettino di Spagna da casa vostra.

sangria