Piccole decorazioni con lo spago

Con spago, palloncino e colla vinilica si possono creare delle decorazioni davvero semplici , ma carine, che si prestano a molteplici contesti (palline di Natale, uova di Pasqua, segnaposto, abbellimenti di vario genere) li potete appoggiare su un ripiano oppure potete appenderli.

Le mosse da fare sono poche, vediamole insieme:

Si prende della colla vinilica e si allunga leggermente con un goccio d’acqua in un ciotolino. Prendete un lungo pezzo di spago (lo potete anche aver colorato precedentemente della tonalità che preferite o passarci sopra della porporina dopo la colla) e immergetelo in questa mistura. Potete decidere di fare l’arrotolamento dello spago più fitto o più rado, nel primo caso, armatevi ovviamente di maggiori quantità di spago.

Prendete un palloncino e gonfiatelo fermando l’estremità con un nodo.

Arrotolate lo spago intorno al palloncino, prediligendo il caos, nel senso che l’effetto finale è migliore se non è in ordine.

Appoggiate il palloncino con lo spago arrotolato su un foglio di giornale e aspettate alcune ore che si asciughi. Una volta che lo spago è completamente asciutto, sgonfiate o scoppiate il palloncino, il vostro decoro rimarrà magicamente e simpaticamente con del vuoto dentro, ma allo stesso tempo sostenuto, lo spago, infatti, rimarrà rigido. Non so se sono riuscita a spiegare bene, ma nella foto poco più in basso si dovrebbe intuire cosa intendevo 😉

A questo punto il vostro decoro è pronto, a voi il compito di decidere come utilizzarlo; se volete appenderlo, attaccate un gancino o legate un filo a una delle estremità, altrimenti potete lasciarlo anche appoggiato su un mobile, metterlo in un cestino o in un vaso trasparente…

P1180226

P1180231

Annunci

“Dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fior”… e dai rotoli di carta igienica i decor! :D

Anche se un po’ in ritardo, dato che Natale è passato e siamo ormai a Capodanno, ecco un’idea semplice, anzi, semplicissima per fare degli addobbi, delle decorazioni per le feste. Data la facilità sono cose adatte anche ai bambini piccoli, se ne avete e volete renderli partecipi.

Materiale: – Un rotolo di carta igienica finito (esistono alcune marche che scrivono il loro nome o logo sul rotolo, ecco, quelli che hanno scritte non vanno bene, servono tinta unita per intenderci).

– Carta crespa di diversi colori, con cui fare palline

– Colla

– Tempere e colori, come preferite, per lo sfondo dell’albero (verde e marrone)

– Brillantini o porporina

Preparazione:

Prendete il rotolo e schiacciatelo, disegnateci sopra e ritagliate la sagoma semplificata di un albero, tenendo ben presente di arrivare fino al bordo, di modo che le estremità rimangano attaccate circolarmente… non so se sono riuscita a spiegarmi bene, ma dalle immagini si dovrebbe capire.P1160408

P1160414

Coloratelo a mo’ di albero, quindi verde la chioma e marrone il tronco e fate seccare i colori.

P1160421

Preparate con delle striscioline di carta crespa colorata delle palline. Per fissarle io le ho arrotolate aiutandomi con della colla vinilica, che le ha rese anche un po’ più dure.

P1160424

Una volta pronte le palline, attaccatele su ambo i lati dell’alberello e ornatelo come più vi piace! Io ne ho fatti più di uno, e c’ho messo anche dei brillantini sulla punta (ho una specie di colla glitterata), ma lasciate spazio alla vostra fantasia e sbizzarritevi! 🙂

P1160426

P1160433

Buoni addobbi e Buone Feste! 🙂

Decorazioni (natalizie e non) fai da te.

L’anno scorso per Natale una mia amica mi aveva regalato un set per realizzare delle decorazioni a tema piuttosto natalizio, ma volendo adattabili, nel senso che non per forza o non tutte sono da utilizzare obbligatoriamente per gli addobbi.

Il kit mi è stato dato, qualche giorno dopo Natale, perchè non ci eravamo viste prima, così, per l’anno scorso era ormai tardi per realizzarle, ma quest’anno l’ho ritirato fuori abbastanza in tempo da poter finire almeno qualcosa per metterlo magari sull’albero o su una mensola…ma vediamo, dato che ancora in casa non abbiamo iniziato ad addobbare nulla.

Il kit comprende dei panni di feltro di colori diversi (ma, ahimè, hanno sbagliato a confezionarlo, cioè al posto del colore bianco che serviva per alcune decorazioni, hanno messo un marroncino che, invece, non c’era nemmeno nelle illustrazioni, ma a parte questo, si può comunque rimediare), un foglio con i disegni da ricalcare e riportare poi sul feltro, e del materiale per imbottire.

Anche per chi non ha chissà quali abilità manuali, non è molto difficile provare a fare un lavoretto di questo tipo, ed è anche divertente, come sempre, fare qualcosa con le proprie mani, trovarsi un piccolo oggetto costruito e finito partendo da poche materie prime.

Il primo passo da eseguire è ricalcare in un foglio di carta (o se volete, fare di mano vostra) i disegni presenti sul modellino e ritagliarli. Ecco qui, un esempio: Senza nome-True Color-01

Poi si traccia il contorno sul feltro due volte per ogni disegno, dato che servono due facce da poter cucire insieme e imbottire, e si ritagliano in modo da ottenere una cosa tipo questa: Senza nome-True Color-02(Ovviamente il fiocco basta in copia unica, in quanto viene messo solo sulla parte anteriore dell’omino biscottino, sul retro non è necessario).

Visto che una volta cucito e imbottito è più difficile fare gli occhi e i dettagli della faccia, si procede, quindi, in questa fase a disegnare o a ricamare occhi, bocca e sopracciglia, per un risultato tipo questo: (io mi sono ispirata al mitico Zenzy di Shrek che adoro!!! Anche, se come si può bene vedere, il risultato è un po’ un sosia e neanche troppo bello, ma non importa, l’importante è l’intenzione :D)

Senza nome-True Color-06Qui, dato che mi ero dimenticata di fotografare la testa ricamata, l’ho fotografata che già avevo iniziato a cucire insieme le due parti, come si può notare. L’azione successiva, infatti, è mettere insieme le due pezze di feltro e cucirle insieme con un punto che, se non sbaglio, si dovrebbe chiamare punto festone. (Metterò, magari, prossimamente un piccolo articolo illustrativo per mostrare come realizzare questo tipo di punto, intanto se avete fretta ho trovato qui dei video che spiegano come farlo).

zenE poi, di man in mano che vi apprestate ad arrivare verso la fine, riempite con il materiale di imbottitura (nel caso non ne abbiate penso che vada bene anche del cotone), spingendolo verso i confini della vostra formina per non farlo rimanere vuoto o disomogeneo, una volta finito di cucire.

Senza nome-True Color-04Continuate a chiudere il resto della figura con il punto festone, e una volta al termine fissate il filo e tagliate le parti che avanzano, e otterrete, così, la vostra decorazione, natalizia, ma non solo, intera!

Se volete abbellirlo con fiocchetti e bottoncini (un fiocchetto lo avete visto anche nel primo passaggio) potete attaccarli con la colla a lavoro terminato. Io ho realizzato due omini pandizenzero, leggermente diversi di forma e di accessori (anche perchè non ce ne venivano altri con il feltro di questo colore in dotazione, sennò, avrei potuto continuare a sfornarne non so quanti eheheh :D) uno con il fiocchetto e uno con i bottoncini, guarniti anche con brillantini.

Ta dan! Ed ecco gli omini biscottini in carne e ossa, o meglio in feltro e imbottitura! 😉Senza nome-True Color-01

Come vi dicevo, possono sì essere usati per decorazioni natalizie, li potete mettere sull’albero, in casa, su dei pacchetti, ma volendo potrebbero anche essere dei pupazzetti per i vostri bambini, se mettete un cappiolino di corda sulla testa, potrebbero essere dei portachiavi, insomma si prestano bene anche ad altri utilizzi a mio avviso! Allora buon omino biscottino “fate da voi” e buon divertimento! 🙂