Burger vegetariano di lenticchie

Dopo il tentativo numero uno (burger vegetariano di ceci), sono passata al tentativo numero due, ovvero a quello di lenticchie.

Ne esistono infinite versioni, con i più vari ingredienti. Dando un’occhiata su internet c’era quello alle lenticchie ed erbette aromatiche, lenticchie e carote e innumerevoli altre ricette. Prendendo uno spunto qua, uno spunto là (non saprei nemmeno come ricitarli perchè ho fatto un mischiaticcio e qualcosa di mia aggiunta) ho trovato e provato la seguente versione: Burger di lenticchie “alla come te pare” 🙂

Ingredienti:

– una confezione di lenticchie già lessate (le mie erano anche già ripassate con conserva di pomodoro, infatti erano accompagnate da un sughettino rosso…se avete pertanto solo lenticchie lessate, aggiungete un po’ di conserva quando le passate in padella con le cipolle, come dopo vi dirò)

– una cipolla non molto grande

– qualche foglia di prezzemolo

– un po’ di farina (io ho fatto un po’ a occhio, ma direi che la quantità può essere 1 o 2 cucchiai per una confezione di lenticchie, ovviamente se preparate un vagone di lenticchie, dovete aumentare di conseguenza tutte le dosi 😉 )

– acqua

– olio, sale, pepe, peperoncino (le dosi variano a seconda dei gusti)

– pangrattato

Preparazione:

Mettete un pochino d’olio in una padella, aggiungete un pezzettino di peperoncino, buttate la cipolla tritata finemente, e quando sta iniziando ad appassire versate le lenticchie (se sono semplicemente lessate, aggiungete anche una bella spruzzata di conserva di pomodoro). Le lenticchie non devono essere buttate nella padella completamente secche, ma nemmeno con tutto il sughetto che trovate nella confezione, per sicurezza, mettetelo in una tazza, di modo che se vi serve durante la cottura, perchè magari le lenticchie si asciugano troppo, lo potete riaggiungere. Se vi piacciono i sapori un po’ più decisi, mettete anche un po’ di sale (di solito le lenticchie già lessate che si acquistano nelle confezioni sono poco o per niente salate, se amate il gusto sciapo, lasciate stare, altrimenti aggiustatele) e un po’ di pepe. Dopo qualche minuto spengete la fiamma. Tritate il prezzemolo, e nell’attesa che le lenticchie si raffreddino un po’, potete approfittare per grattugiare il pane, se non lo avete già pronto.

Prendete poi un mixer o un frullatore, versate le lenticchie, il prezzemolo e fate tritare il tutto moooolto finemente. Dovete ottenere un composto papposo ed omogeneo.

Versate quindi il composto frullato in una terrina, mentre in un ciotolino a parte, fate una pastellina aggiungendo un po’ d’acqua nella farina (non deve essere troppo molle, perchè serve per collante) e aggiungetela poi al composto. Mettete, adesso, un po’ di pangrattato nel composto (che servirà per assodarlo) e mescolate bene, poi prendendone un  poco alla volta, formate dei burger con le mani, passateli nel pangrattato per creare una copertura e poneteli su un piatto. Finito di formare i burger, prendete di nuovo una padella, mettete un filo d’olio, e fate dorare i burger da entrambe le parti, quindi girateli ogni tanto, altrimenti si sbruciacchiano. Appena pronti potete gustarli caldi, freddi, accompagnarli con insalate, ketchup, farci un panino, insomma come preferite, si prestano ai vari usi.

Buon Appetito! 😉

Ah, ecco uno dei miei:

burger lenticchie

Come potete notare ci sono delle piccole crepe sulla superficie, ma sono fisiologiche, si sono formate durante l’appolpettamento, però rispetto al tentativo numero uno (quello di ceci) devo dire che, una volta cotti, non si sono sfarinati. Oh se poi vi si dovessero rompere un pochino, tanto per mangiarli vanno tritati…le cose mica si ingeriscono intere, no?  😀

Annunci