Venerdì del libro – Il viaggio di Elisabet di J. Gaarder

Ed eccoci a un altro venerdì (come corre il tempo eh… saranno anche frasi fatte, ma veritiere!) e a un nuovo appuntamento con il Venerdì del libro, una rubrica in cui ci si scambiano pareri, recensioni e commenti sulle letture.

Questa settimana vi propongo un libro che, purtroppo, non sono ancora riuscita a finire, ma preferirei non aspettare oltre, in quanto il tema che fa da sfondo a Il viaggio di Elisabet, è l’avvento. product-33818

In questo romanzo di Jostein Gaarder, infatti, si parla di un ragazzino Joakim, che in cerca di un calendario dell’avvento con suo padre, va in una libreria, e ne trova uno talmente vecchio e dimenticato, che il libraio glielo regala. Ben presto Joakim scopre che il suddetto calendario è speciale, infatti dietro ad ogni finestrella non nasconde le solite figurine di cioccolata o di plastica, ma sottili foglietti con una storia a puntate.

La storia narrata nei piccoli foglietti parla di Elisabet, una bambina che un giorno, mentre è a fare dei regali con la madre, vede un agnellino con un campanello scappare dal reparto giocattoli, e decide di corrergli dietro. Da questa corsa parte il viaggio di Elisabet che avviene nello spazio, ma anche a ritroso nel tempo. La meta è Betlemme e l’evento è la nascita di Gesù, ma lei, inizialmente, è ignara di tutto questo, infatti la destinazione, il tempo che scorre all’indietro e i compagni di viaggio, diventano noti lungo il percorso, di man in mano che si aggiungono personaggi biblici e storici, pecore, angeli ecc.

Ma chi è Elisabet? Durante la storia, inizia a sorgere un mistero, c’è una vera bambina che era sparita da un negozio molti anni prima, e sembra aveva lo stesso nome della bambina protagonista del viaggio, sarà la stessa della storia dei foglietti? E Johannes? Il bizzarro fioraio che ogni tanto va a far visita al libraio chiedendo un bicchier d’acqua lasciandogli lì quando una foto, quando il vecchio calendario dell’avvento; chi è e come mai è legato a Joakim e a una certa Elisabet? Poi, c’è una parola palindroma sconosciuta, che viene fuori a metà libro, cosa starà a significare? E anche lo stesso calendario lascia basiti, infatti ogni volta che si apre una finestrella, compaiono dettagli nuovi o colori più vivi nella copertina. Insomma una serie di enigmi da sciogliere, storie che si intrecciano da conoscere, il tutto condito, ogni tanto, con pensieri e riflessioni filosofiche, nel buon stile Gaarderiano!

Un libro che potrete leggere da soli o con i bambini, e che cerca di rendere ancora più magico e denso di mistero il periodo che ci separa dal Natale.

Incontri di carta. Mi piace molto l’autore, e ho già letto alcuni libri suoi. Questo era già da alcuni anni in attesa. A dire il vero penso sia la seconda o terza volta che provo a leggerlo, ma iniziandolo troppo tardi, o non avendo abbastanza tempo sotto Natale, sono arrivata sempre a un certo punto e ho smesso, perchè non mi andava di leggerlo fuori dall’avvento. Quest’anno sono già un po’ più avanti del solito… spero di fare in tempo per il 24! 😉

Buone letture e Buon Natale a tutti! 🙂

Annunci

5 pensieri su “Venerdì del libro – Il viaggio di Elisabet di J. Gaarder

  1. (mi è partito il commento incompleto)
    volevo dire che non conosco questo autore, ma la tua presentazione mi ha molto incuriosito. Lo terrò presente per quando il cervello mi verrà in aiuto uscendo dalla modalità bradipo e ricomincerò a leggere , mi piaceva tanto e leggevo anche due libri a settimana…
    Annamaria

    • Ciao, grazie del passaggio e del commento! Sono contenta che ti abbia incuriosito. Io ne ho letti diversi di questo autore, di cui, forse, il più famoso è Il mondo di Sofia (un interessante libro che intreccia un percorso nella storia della filosofia e una storia parallela di Sofia da scoprire e strecciare poco a poco…si vede che gli piacciono i misteri, la filosofia di sicuro, in quanto è un filosofo contemporaneo).
      Se ti interessa dovrebbe esserci la recensione fra i miei venerdì del libro.
      Auguri per il sbradipamento della mente e Buon Natale! 🙂

  2. Anche per me questo autore è del tutto nuovo. Libro mai sentito nominare. Ti ringrazio per la segnalazione: ho parecchi libri in lista d’attesa – tanti ricevuti anche come regali di Natale – ma ne prendo comunque nota.

    • Ciao Stefania! 🙂
      wow, bello quando ti regalano libri che piacciono!
      Sono contenta che consideri interessante la mia proposta. A me piace questo autore, e ne ho letti altri.
      Spero piaccia anche a te! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...