Ragù di seitan…ribatezzato da me, sugo SEI TANto buono! :D

Ammetto di essere stata molto titubante sul cucinare il seitan, dato che un primo avvicinamento con lui era già stato fatto un paio di anni fa, e non era stato una cosa molto positiva. Infatti, lo avevo preparato in un modo diverso, che non ricordo nemmeno bene, e il sapore non mi era proprio piaciuto. Parlando però con alcune persone, mi era giunta voce che questo ragù (dalle mie parti si dice anche sugo) fosse buono, e fosse apprezzato anche da palati onnivori, non solo da vegetariani, così volendo dare una seconda chance al nostro seitan, l’ho fatto anche io, e devo dire che in questo modo la resa e il sapore sono davvero migliori, tanto da meritarsi l’appellativo di “SEI TANto buono” giusto per giocare un po’ con le parole, che non guasta mai! 😀
Ho cercato su internet una ricetta, e ho aperto questo link, la procedura è più o meno quella proposta lì, ma ovviamente, non l’ho ripresa in tutto-tutto, perciò ora vi racconto come ho preparato io il mio sugo di seitan.

INGREDIENTI per tre porzioni circa (considerando che l’ho fatto per mangiarlo io, ma ne è venuto un po’ di più, a occhio il necessario per tre porzioni…che poi ho messo nel congelatore per un’altra volta):

– Una cipolla non molto grande
– Una carota
– Una porzione di seitan (erano due fettine per un totale di 100 gr. ho usato quelle viviverde)
– un pezzo di costa di sedano
– un po’ di vino rosso (in casa ne avevo bianco, ho usato quello)
– salsa di pomodoro (che ho preparato da pomodori freschi)
– olio d’oliva
– sale
– pepe

Preparazione:
Si prendono cipolla, carota e sedano e si tritano molto finemente. Si mettono a rosolare in un tegame con un po’ d’olio. Intanto si trita altrettanto finemente il seitan (se volete potete anche tritarlo con un mixer), quando le verdurine sono rosolate si butta giù nel tegame, si aggiunge il vino bianco e si lascia evaporare.
Si fa cuocere per un po’ poi si aggiunge la salsa si pomodoro, si mette sale e pepe quanto basta e si fa poi bollire per almeno mezz’oretta a fuoco basso.
A questo punto il vostro ragù è pronto per essere il condimento della vostra pasta, o per essere mangiato su del pane fresco o su una croccante bruschetta!
Buon appetito! 😉

Senza nome-True Color-01

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...