Venerdì del libro – Storia di un amore straordinario – di C.- J. Vallgren

Salve amici lettori del Venerdì del Libro (e non), l’iniziativa promossa da Paola.

Questa settimana propongo alla vostra curiosità letteraria Storia di un amore straordinario dello scrittore svedese Carl-Johan Vallgren.

Molto incuriosita dal titolo mi sono comprata questo libro non molti giorni fa e devo dire che all’apparenza, forse, inganna un po’…nel senso che parla sì di una storia d’amore, ovviamente, come si evince dal titolo, ma si ritrova anche un po’ del genere giallo, del nero (soprattutto in alcune parti verso l’epilogo è davvero truce…in alcuni momenti mi metteva una certa ansia procedere nella lettura) comunque nel complesso non è male, e nel finale si riprende un po’. 

(Per gli interessati: Attenzione: la trama viene svelata a grandi linee per intero, quindi se pensate di leggerlo, se volete scoprire come va da soli fermatevi prima…:D)

Il romanzo è ambientato nel 1800 e si apre con una lettera, diciamo contemporanea (datata 1994) dove un pronipote del protagonista scrive a una parente per raccontarle la lunga storia del loro avo in comune: Hercule Barefoot.

La storia di Hercule comincia in un postribolo in un gelido inverno, dove una notte viene dato alla luce da una donna che morirà di parto. Negli stessi istanti  e nello stesso bordello un’altra donna dà alla luce una bellissima bambina, Henriette. Hercule nasce tutto deforme, spaventoso nell’aspetto, e pare anche cagionevole di salute, ma superati i primi giorni più delicati si riprende e viene battezzato con il nome di Hercule, proprio a simboleggiare la sua forza di attaccamento alla vita.

Crescendo, ci si renderà conto che Hercule non riesce a parlare e probabilmente non sente nemmeno, dato che non ha i padiglioni auricolari, ma è molto abile, attento e capisce tutto. Instaura un profondo rapporto con Henriette e trascorrono quasi tutto il loro tempo insieme fino all’adolescenza.

Poi i destini dei due vengono separati, il postribolo viene fatto chiudere a seguito di problemi e di eventi poco piacevoli, da un giudice maligno e vendicativo.

Hercule vive un periodo tremendo in una specie di manicomio, viene poi salvato da un frate, ma i poteri di Hercule, il quale è in grado di leggere nel pensiero e quasi di penetrare nell’animo delle persone, causano grandi problemi a lui e al monastero. Vengono convocati dal Vaticano, e cercano di fare un’analisi accurata a Hercule pensando che si nascondano in lui delle doti demoniache. Riesce a liberarsi grazie all’aiuto del frate chiamato attraverso i suoi poteri mentali.

In seguito lavorerà in una specie di circo con altre persone particolari e deformi, e coloro che temono che sia pericoloso, non smettono di cercarlo. Il circo viaggia per l’Europa e in una tappa gli viene dato fuoco. Hercule riesce a salvarsi, ma si trova di nuovo solo e sperduto.

Ritrova il suo amore Henriette, per caso a Berlino, sembra un felice finale, ma siamo appena a metà del libro, infatti per un periodo vive serenamente a casa di lei e di suo marito, il quale molto innamorato l’ha salvata dalla prostituzione sposandola e facendole vivere un’esistenza agiata. Henriette ed Hercule hanno ritrovano la loro grande complicità, il loro amore e affetto profondo e quando Henriette rimane incinta solo in ben pochi sospettano che la bambina sia figlia di Hercule (ma i diretti interessati lo sanno benissimo). Ma coloro che cercano Hercule sono sempre all’opera, e godendo dell’appoggio di uno della servitù della casa dove vive con Henriette e suo marito, riescono a tramare un piano per uccidere il nano deforme, solo che sfortunatamente al suo posto, in piena notte nel letto, si trova Henriette. E le doti preveggenti di Hercule arrivano troppo in ritardo per salvarla.

Si apre così la parte un po’ macabra, dove Hercule, accecato dall’odio e dal rancore la farà pagare a tutti quelli che hanno cercato di fagli del male e di nuocere alle persone a lui care. Solo quando sta per preparare l’ultima vendetta sente dentro di sé  la voce di Henriette che lo fa ragionare, e che lo porta a non far pervadere il suo animo dall’odio, ma dall’amore.

Hercule va allora negli Stati Uniti, e negli anni che vanno fino alla sua morte avrà altre due mogli e figli…anche se, come scrive il pronipote nella lettera, in realtà l’amore profondo che prova per Henriette non finirà mai!

E dopo questa storia un po’ romantica, un po’ macabra vi auguro un buon fine settimana e buone letture!

A presto! 🙂

Annunci

7 pensieri su “Venerdì del libro – Storia di un amore straordinario – di C.- J. Vallgren

    • Ciao e, se non sbaglio, benvenuta nel mio blog! Sono contenta che ti abbia incuriosito! Buona lettura e buona scoperta allora! Alla prossima, ciao ciao
      🙂

  1. non ho capito bene, lo rileggeresti sapendo com’è oppure no? giusto per evitarmi di spendere soldi inutilmente, sa com’è di questi tempi di crisi…

    • Allora la trama della storia non è male, ma ci sono delle parti un po’ crude, come per esempio quando racconta di un’esecuzione capitale con dettagli del boia che sbaglia il colpo e ti lascio immaginare il resto…
      Poi sai, è tutto soggettivo, la storia in sé non mi è sembrata brutta.

      • ok, allora farò così, quando mi troverò in periodo di buona lo compro e lo leggo, per ora rimando… grazie mille:) ogni tempo ha il suo impegno, il suo divertimento… e la sua lettura:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...