Il Venerdì del libro – Un giorno questo dolore ti sarà utile – Peter Cameron

Salve amici lettori del Venerdì del libro, la famosa inziativa ideata da Paola! 🙂

Il romanzo proposto questa settimana, di cui potete notare la foto sotto, è Un giorno questo dolore ti sarà utile di Peter Cameron.

[Da questo libro di recente è stato tratto un film, ma non l’ho visto e quindi non posso dare opinioni al riguardo]

Il romanzo ha per protagonista James Sveck, un giovane poco sociale e solitario che vive a New York, e il suo diario.

James è figlio di genitori divorziati, il padre è un uomo d’afffari, la madre, reduce da un terzo matrimonio fallito proprio nel bel mezzo della luna di miele, gestisce una galleria d’arte contemporanea dove fa lavorare James nella tanto sperata attesa che si iscriva all’università. La sorella, Gillian, studia all’università ed è fidanzata con un professore molto più grande di lei.

Fra le poche relazioni di James ci sono anche la nonna (forse la persona a cui tiene di più), John che lavora con lui nella galleria d’arte di sua madre, Miró il cane di casa e poi la psichiatra Adler, dove i genitori lo invitano ad andare a seguito di alcuni episodi perchè preoccupati per James e la sua salute psichica.

James non ama stare con i ragazzi della sua età perchè li trova spietati e frivoli, ed è per fuggire da tali rapporti che non vuole andare all’università, convinto anche del fatto che sia uno spreco di soldi dato che se vuole può istruirsi da solo leggendo ciò che lo interessa.

James ha avuto dei problemi di relazione con i suoi coetanei, che lo hanno portato a scappare dalla Classe d’America (manifestazione dove vengono riuniti per alcuni giorni i migliori studenti provenienti da tutti gli Stati Uniti) e ad essere ricercato sui giornali come il giovane scomparso “disadattato”. Ma questo non è l’unico episodio problematico, James, infatti, crea poi un finto profilo su un sito per incontri gay un po’ per gioco, un po’ per cercare di impressionare il suo collega John (una delle poche persone con cui ama parlare e con cui si sente a proprio agio) ma John una volta scoperto il raggiro si arrabbia molto con il ragazzo. James capisce di aver rovinato una delle poche relazioni che ha nella sua vita, e viene poi licenziato da sua madre, la quale prende questa decisione per mantenere l’armonia in galleria e per non perdere la fondamentale collaborazione di John.

James è molto legato a sua nonna, e spesso la va a trovare; lei è la persona che lo conosce meglio, che non lo giudica, che è sempre disposta ad ascoltarlo e a dargli buoni consigli, ed è con lei che scambia alcuni dei più bei dialoghi del libro, quelli più profondi. La nonna capisce la natura  gay di James, cosa di cui James si stupisce perchè non aveva mai affrontato il tema con lei, e lo accetta senza pregiudizi. Il rapporto fra i due è molto forte e si comprende ancora di più verso la fine del romanzo.

Il titolo del libro si riferisce al motto che spesso appare scritto sui campi di recupero per giovani problematici o affetti da disturbi di vario genere, come monito: la frase ricorda loro che quei momenti difficili vissuti lì e le loro sofferenze saranno ripagate perchè stanno lavorando per loro stessi e diventeranno, così, delle persone migliori.

E lo stesso vale per James che è solo un adolescente, un ragazzo in cammino alla scoperta di se stesso, del mondo, degli altri, un cammino non privo di sofferenze, ma che comunque gli saranno utili per conoscersi meglio e per crescere.

Annunci

9 pensieri su “Il Venerdì del libro – Un giorno questo dolore ti sarà utile – Peter Cameron

  1. Una storia un pò complessa questa del protagonista di questo libro, eh? ma le storie che narrano di un cammino, di una crescita interiore e di una conoscenza di se stesso sono sempre utili se ben scritte.
    Non conoscevo questo autore nè tanto meno questo specifico libro, quindi grazie….mi hai dato una buona dritta 🙂

    • Ciao Maris!
      Onestamente non lo conoscevo nemmeno io 🙂
      Mi fa piacere che lo ritenga una buona dritta, e comunque anche a me piacciono i libri che raccontano il percorso e la crescita.
      A presto, ciao ciao! 🙂

    • Stefania ciao! Sono contenta che ti abbia incuriosito!
      Come dicevo, non ho visto il film, comunque il libro si legge alla svelta!
      A presto, ciao! 🙂

  2. Ho letto una recensione positiva in un VdL di qualche tempo fa e l’ho segnato da prendere in biblioteca, solo che essendo uscito il film lo trovo sempre fuori, ma appena lo acchiappo… me lo leggo subito

    • Ciao Mammozza, beh dai, forse lo troverai presto, non è molto alto e si legge in modo scorrevole, quindi se i precedenti lettori non sono troppo pigri presto lo riconsegneranno in biblioteca! Fammi sapere poi eh! 🙂 ciao, a presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...